enduro-logo-cut-header-borderwhite

Le moto da enduro e i loro problemi

Le moto da enduro e i loro problemi

Connecting rod KTM Enduro

Come già sapete, nella nostra sede di Enduro Experience Croatia abbiamo una piccola officina dove fare le riparazioni che tipicamente possono servire dopo un giro di enduro. Poi, chi di voi conosce Dragan, la nostra guida, sa anche che è un meccanico molto abile e appassionato. E nel nostro piccolo villaggio, le voci corrono veloci! Così, quasi ogni giorno, troviamo nel nostro garage qualche moto da riparare. A volte quelle dei nostri ospiti, a volte quelle dei nostri  amici enduristi che vivono nei paraggi.

Cosa facciamo spesso

I problemi che ci troviamo a risolvere richiedono spesso degli interventi base, come il cambio di pezzi che maggiormente rischiano di rompersi: le varie leve, le plastiche, i paramani (o anche il codino quando c’è chi esagera con le impennate).

Wheeling

Oppure ci sono interventi di manutenzione come il cambio olio, o della catena e così via. Infine si sale man mano con la complessità, passando per il cambio dei cuscinetti arrivando alle forcelle o il cambio del pistone.

Cosa capita più raramente

Oggi ci siamo trovati un problema ancora più complesso. La biella! Questa, ve lo assicuro, non era molto in forma e lo potete vedere nel video in basso.

Ma come si capisce quando la biella non fa più il proprio lavoro? Beh, un primo indizio potrebbe essere un insolito rumore di ferraglia. Il momento migliore per verificare lo stato della biella è il cambio del pistone. Infatti, già che ci siete, smontate la biella con l’albero motore, tenetela con due mani e provate a picchiettare leggermente con un martello di gomma sulla sommità della biella. O provate anche solo semplicemente a muoverla. Vi assicuro che quando fa gioco, si sente e si vede.

Ma cosa succede se non la si cambia in tempo? Nulla di buono, ovviamente. La corsa del pistone si allunga e il pistone, sollecitato dal contatto con la testa del motore, potrebbe spaccarsi e in casi più gravi distruggere il motore.

Quindi, meglio agire. Va chiarito subito che il cambio della biella non è un lavoro di un’ora e nemmeno di mezza giornata. Infatti, una volta smontato il motore e tolta la biella, bisogna farla sistemare. E poi ovviamente va rimontato tutto! Ma noi non ci siamo spaventati e con pazienza abbiamo smontato pezzo per pezzo, fino a togliere la parte incriminata. L’abbiamo poi portata al meccanico (ex ufficiale KTM per Istria) che ha cambiato i cuscinetti interni effettuando anche il bilanciamento e la centratura.

 

Ed ecco qui il vecchio KTM 300 EXC Enduro risorto. Ci vediamo alla prossima!